domenica 17 giugno 2012

Sopa de ajo blanco + bagel salato al cacao

L'accoppiata zuppa fredda più mini panino mi dà grandi soddisfazioni! Per cui anche se oggi non vado in ufficio ho deciso di prepararmi un rapidissimo pranzo light & chic da mangiare seduta alla scrivania mentre spunto le liste del viaggio a Kyoto :)
La preparazione della zuppa richiede un minuto ed è semplicemente perfetta (eh, ho copiato la ricetta da Sigrid!)...e il bagel? Il bagel è un mio grande amore. In realtà è un grande amore di mio marito, ma comunque ci tengo ad accontentarlo :P e così ho comprato un bellissimo libro della mia collana preferita Bagels comme à New York di Marc Grossman Ed.Marabout , in cui ci sono decine di ricette interessanti e fotografie spettacolari.
Ho scelto questa ricetta perchè cercavo un sapore morbido, visto che la zuppa è piuttosto pungente grazie all'aglio e all'aceto, e l'abbinamento è assolutamente riuscito. 
L'unico intoppo è stato che ho provato la ricetta sei volte (!) prima che venisse fuori un bagel mangiabile e credo di avere ancora dei margini di miglioramento!
Vi lascio la ricetta originale e accanto segno le modifiche che ho fatto io. Se doveste cimentarvi vi prego fatemi sapere. 


Per la zuppa:
250 gr di mandorle pelate
150 gr di mollica di pane bianco
2 spicchi d'aglio
15 cl di olio d'oliva
2 cucchiai di aceto di mele
acqua
sale
Mettete a bagno la mollica in acqua per 15 min, poi strizzatela e passatela nel frullatore insieme all'aglio privato dell'anima e a tutti gli altri ingredienti eccetto l'acqua, che aggiungerete a filo fino a raggiungere la consistenza che preferite.
Fate raffreddare la zuppa in frigo per qualche ora e servite.
Tradizionalmente la sopa de ajo blanco andrebbe accompagnata con acini d'uva ma sta un incanto anche con qualche cubetto d'anguria :)
Per 10 bagels:
500 gr di farina manitoba (io 550)
40 gr di cacao amaro in polvere
210 gr di farina di segale
1 cucchiaio di semi di carvi
3 cucchiaini di lievito per dolci (15 gr di lievito di birra)
4 cucchiaini di sale
2 tuorli d'uovo
435 ml d'acqua tiepida
4 cucchiai di melassa (io miele)
30 ml d'olio d'oliva
Pesate i tuorli ed eliminate il loro peso dal volume totale dell'acqua. Setacciate tutti gli ingredienti secchi e mescolate tutti i liquidi, poi unite tutto e impastate per una decina di minuti fino ad ottenere una pasta piuttosto liscia e che non si appiccica alle mani (io ho dovuto impastare per una mezz'ora buona). Formate 10 palline con l'impasto e poi lavoratele su una spianatoia per ottenere dei cilindri d'impasto lunghi circa 25 cm. Avvolgete i cilindri intorno alla mano per ottenere le ciambelle, se necessario fermate le estremità incollandole con un goccio d'acqua. Lasciate lievitare per 2 ore a temperatura ambiente.
Nel frattempo preparate l'acqua in cui andranno cotti i bagels:
Mescolate in una pentola larga 3 lt d'acqua, un cucchiaio di fecola di patate, 1 cucchiaio di sciroppo di malto, melassa o cassonade e 2 cucchiai di sale. Portate a ebollizione e poi abbassate la fiamma. 
Tuffate pochi bagels per volta nell'acqua: dovrebbero andare a fondo e riemergere dopo circa 1 minuto. Lasciateli cuocere ancora 30 secondi, poi scolateli e posateli su una teglia ricoperta di carta da forno imburrata e spolverizzata di farina di mais. Spennellate i bagels con dell'albume sbattuto (l'ultima volta mi son dimenticata e infatti i miei bagels sono opachi!) e cuocete in forno già caldo a 215° per 20/25 min. (io 25 min. a 180°).
Ecco ciò che vorrei capire è come mai i miei panini non lievitano se non con il lievito di birra mentre l'autore dice che il lievito per dolci è sicuramente l'alternativa migliore, e perchè devo aggiungere 50 gr di farina in più e lavorarlo così a lungo per ottenere un impasto che sia un minimo elastico e non si appiccichi alle mani. Non ho intenzione di desistere, proverò qualche altra ricetta e vedremo :)

 

17 commenti:

  1. Mi piacerebbe tanto provare a preparare i bagel ma la tua ricetta mi sembra un tantino farraginosa. Se comunque provo una ricetta del genere ti faccio sapere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che sia la mia spiegazione ad essere caotica, nel libro tutto quadra alla perfezione, solo che poi non so perchè la ricetta non mi viene!

      Elimina
  2. Ciao Chiarina! anche per me i bagel sono stati un'ossessione! io ho pubblicato una ricetta tratta da "the bread bible" che prevede il lievito di birra e il bicarbonato nel bagno di acqua, se vuoi controllare la ricetta la trovi qui http://sexandgiuliaskitchen.blogspot.it/2012/03/in-attesa-del-bagelburger-b-b.html per me il risultato è stato soddisfacente..al secondo tentativo ;)

    RispondiElimina
  3. Ma dai?! Sono così difficile i bagel? E io che pensavo fossero una vera semplicità in cucina...allora mi prendo mezza giornata di ferie quando mi verrà voglia di cucinarli :-) Non vedo l'ora di leggerti al rientro dal Giappone, so già che avrai in serbo delle novita del Sol Levante da leccarsi i baffi (dolci, dolci!!) Abbracci+baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Roby assolutamente no, sono stata tonta io! Li avevo anche già fatti mesi fa, senza alcun problema. Ora DEVONO uscirmi pure quelli tratti dal mio libro, altrimenti che l'ho comprato a fà? :P
      Comunque c'è ancora una settimana di pasticci prima di partire per cui...

      Elimina
  4. Ops, mi sa che ho capito ora l'errore...ho usato manitoba (quintali di manitoba) mentre avrei dovuto usare farina di tipo 1 (la ricetta è in francese, si parla di farine T65)
    Si può essere più tonte? E perseverare nell'errore per 6 volte? Appena compro la farina riprovo e vediamo se i miei bagel vengono fighi come nel libro. Comunque anche se brutti garantisco che son buoni anche quelli postati oggi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi la manitoba è troppo forte? La farina di tipo 1 che valore di proteine ha riportate sull'etichetta? (nei supermercati trovo solo la 0 e la 00). Grazie

      Elimina
    2. Cara non lo so, la devo cercare...ma appena ce l'ho ti dico tutto :)

      Elimina
  5. Che ricettine originali!!
    Mi fa piacere aderire al tuo blog come membro, così potro' seguirti più da vicino!
    Se ti va, passa a prendere un caffè da me!!!
    Stella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Stella, passo subito a vedere!

      Elimina
  6. Ciao Chiarina, io non ho mai fatto i bagel. Quindi complimenti, per averci provato, non mi sembrano venuti male, anzi...
    Comunque sono buoni ed è quello che conta!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rita, non appena ci riprovo e mi vengono pure belli li ri-posto subito!

      Elimina
  7. Io ho i bagel nella mia wish-list culinaria da un bel po', e ho in mente di provarci nelle prossime settimane! Poi ti faccio sapere.. :)

    RispondiElimina
  8. Mi sa che i bagel ti abbiano presa di punta! :)
    Cmq a me sembra buonissimo questo piatto e i tuoi bagel buonissimi. I libri della Marabout sono strepitosi (i NOSTRI preferiti.. ahah che sfigate) per cui mi sembra strano che le ricette non vengano.. Per curiosità proverò! Tra l'altro ho appena ricevuto un libro su cui fanno i bagel, magari guardo le differenze...
    Baci belli amor

    RispondiElimina
  9. Sto guardando auesto tue idee zuppe e stuzzichi i e non saprei da dove iniziare! Sei unica e le tue combinazioni ottime!!! Brava!!!

    RispondiElimina