sabato 14 luglio 2012

Sakura gelato con fiorellini al tè


I negozi di generi alimentari sono da sempre i miei luoghi preferiti per lo shopping, e ovunque mi trovi entro al supermercato per dare un'occhiata agli scaffali. Siccome mio marito ha la mia stessa curiosità verso il cibo, da quando stiamo insieme le nostre vacanze sono praticamente dei tour enogastronomici.
In Giappone la situazione si è esasperata: era tutto così nuovo, sconosciuto e kawaii e abbiamo passato ore ogni giorno al supermercato, al conbini e nei mercati a riempirci le borse.
Per cui oltre ad una infinita nostalgia il viaggio a Kyoto mi ha lasciato una valigia piena zeppa di riso, alghe, umeboshi, tè e i tanto sospirati fiori di sakura sotto sale.
Dal primo momento in cui li ho visti ho capito che ci avrei fatto un frozen yogurt...ma visto che l'MTC di questo mese prevede la preparazione di un gelato con la crema inglese come base alla fine ho deciso di preparare un gelato allo yogurt. Devo dirlo, è stata una grande idea :P il gelato è delicatissimo, non troppo dolce, non troppo acido e con una puntina di salato che rinfresca il palato. Inoltre è troppo bello!

Per il gelato
1 tuorlo 
100 ml di latte
80 ml di panna
100 gr di zucchero
400 gr di kefir o yogurt
2 gr di agar 
100 ml di sciroppo di fiori di ciliegio, preparato con la ricetta di Elisa
2 cucchiai colmi di succo di barbabietola rossa per colorare
Cominciate preparando la crema inglese: con una frusta montate il tuorlo con lo zucchero e nel mentre fate sobbollire la panna e il latte insieme. Versateli a filo sull'uovo e rimettete sul fuoco, mescolando in continuazione fino a che la crema velerà il cucchiaio. Lasciatela intiepidire, poi mescolatela con lo yogurt. Togliete i fiori dal liquido e metteteli da parte; portate a ebollizione lo sciroppo, unite l'agar e lasciate sobbollire per 40 secondi. Amalgamatelo con cura al composto di yogurt, e aggiungete anche il succo di barbabietola fino a rendere la crema rosa pallido. Mettete tutto nella gelatiera. Decorate ogni porzione di gelato con qualche fiore di ciliegio e servite con una manciata di biscottini.
Per i biscottini
90 gr di farina di riso
1 tuorlo
40 gr di zucchero a velo
10 gr di matcha in polvere
10 gr di cacao in polvere
un pizzico di sale allo yuzu
50 gr di burro

Lavorate tutti gli ingredienti ad eccezione del matcha e del cacao. Quando la pasta sarà omogenea dividetela in due parti uguali; ad una parte aggiungete il matcha e all'altra il cacao. Avvolgete i due impasti con il cellophane e mettete in frigo a riposare per almeno due ore.
Stendete la pasta sottile e ritagliate dei biscotti con gli stampini per pasta di zucchero (sono più piccoli, e quindi molto più carini) e fate cuocere in forno già caldo a 180° per 5/10 min.



32 commenti:

  1. ecco!! Oltre al pieno di ingredienti hai fatto il pieno anche di carta e ciotole!! Come al solito è una ricetta magnifica peccato che i fiori di ciliegio proprio non li ho!!! :-)
    Basin da Milan!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sapevo che l'avresti detto! I fiori di ciliegio sono in viaggio nel tuo pacchetto!
      Le ciotoline le ho trovate al 100 yen shop, le adoro!

      Elimina
    2. ho avuto un sospetto fin dalla lettura del titolo del post... ;-)

      Elimina
  2. Sei sempre troppo forte!!!! Immagino quante cosine belle hai portato a casa;) questo mese sono anche io in fermento per MTC :) ci provo! Ma il tuo gelato e' insuperabile!!!! Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io Ombre sono tutta gasata, ho mille idee! E non vedo l'ora di vedere cosa ti inventi tu :)

      Elimina
  3. Io non oso immaginare con cosa potrei tornare io se andassi in Giap *_*
    E' tutto splendido di questo tuo post: il gelato, i fiori di ciliegio, i biscottini, le foto, gli oggetti, i ricordi del Giappone *_*
    Sei troppo brava! :)

    RispondiElimina
  4. Troppo carino, tutto!!

    Ciao
    Alessandra

    RispondiElimina
  5. sei tornata‏ ❤
    secondo te cosa ho pensato quando ho visto la ricetta del mese?...
    eleganza e delicatezza, per questo gelato 100% Chiarina, dove la semplicità è declinata con soluzioni sempre originali..che dire, solo tu! ... anche io passo ore tra super e 50cent shop..poundland etc etc quando vado in missione :) in terra straniera, il giappone lo bramo da un pò di anni, e mi piacerebbe andarci per un tempo più lungo di quello di una vacanza, magari!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giulia grazie! Anche io vorrei tornare in Giappone e starci più a lungo, ma dubito di potermi inserire lavorativamente :'(
      Aspetto la tua ricettina per l'MTC?

      Elimina
  6. No vabbe', qui ti superi.
    Passi anche il gelato allo yogurt che io amo, passino i fiori di ciliegio che dubito quelli dell'albero di mia nonna siano anche lontanamente commestibili. Passi pure l'aggancio Giappone-Cibo-Supermercatoperore che io faccio lo stesso. Passino i biscottini metà matcha, metà cacao. MA COME OSI USARE DEGLI STAMPINI COSI ADORABILI CON LE SCRITTE IN GIAPPONESE??????
    Sei il mio idolo.
    Mi manchi cugina.
    Bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ammore li hai notati solo tu :D
      Come potevo non comprarli? Peccato non sapere cosa ho scritto ;)
      mi manchi pure tu...che palle che non vieni :(

      Elimina
  7. ciao Chiarina, ho scoperto oggi il tuo blog, davvero carino! Questa ricetta con pioggia di fiorellini è molto bella e delicata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Stefania! Passo subito da te per conoscerti meglio :)

      Elimina
  8. Chiarina, gelato originale, esotico ed invitante e graziosissimi biscottini! Grazie di averlo pensato per noi! Buona serata.
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di esser passata da me!

      Elimina
    2. Anche questo da farcisi il bagno..

      Elimina
    3. ;D Pellegrina devi ancora darmi il tuo indirizzo! Ti inseguo tra i commenti!

      Elimina
  9. ovvio che non posso che approvare. incondizionatamente...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io no, invece :-))))
      chiaraaaaa, ma sei uno spettacolo!!!!

      Elimina
  10. Anche io son così... Il mio shopping è enofastronomico ovunque!!! ...chissà che pacchia in Giappone nello trovar cose così difficili da reperire! Qui hai creato un gelato sublime e poetico! ....lo sciroppo di sakura poi.... Tutto da sognare per me!

    RispondiElimina
  11. la visione di questo gelato è sublimeeeeeeeeeee
    se poi vogliamo parlare dello shoppimg è meglio che io sto zitta ahahhahahaha un abbraccio

    RispondiElimina
  12. che meraviglia questo set... è delicatissimo! i biscottini sul gelato sembrano proprio dei fiorellini appena posati. credo sia diventata la ricetta che più mi piace qui sul tuo blog ^.^

    RispondiElimina
  13. Ma che meraviglia quei fiorellini!! Tutti, sia quelli di ciliegio, che ovviamente non conoscevo, che i tuoi biscottini: idea grandiosa quella di farli piccoli piccoli per usarli come decorazione...

    RispondiElimina
  14. Non ho parole - non ho parole - non ho parole!!!
    Tutto delizioso dall'inizio alla fine e... voglio anch'io gli stampini hiragana per i biscotti!!!!
    Grandissima veramente!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti posso mandare metà delle mie letterine, vuoi?

      Elimina
  15. più guardo gli altri gelati..più rimango innamorata di questo!

    RispondiElimina
  16. E' vero è proprio bello! Me ne sono innamorata dal primo istante che l'ho visto! Davvero originale, speriamo che vinca! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Raffaella! Io ho un mio pronostico per il vincitore di questo mese, secondo me sarà il gelato al fois gras :) è meraviglioso...

      Elimina
  17. Bellissimo il tuo gelato! Anche io mi diletto nello shopping frenetico ai supermercati, soprattutto quelli orientali ;) Complimentissimi!

    RispondiElimina
  18. Ma le formine dei biscotti con le sillabe hiragana sono la fine del mondo!! Posso chiederti dove li hai trovati? Ricetta sicuramente da provare :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara, il tagliabiscotti con gli hiragana l'ho comprato a Kyoto! Secondo me però lo trovi anche sul web...

      Elimina