sabato 21 luglio 2012

Gelato fritto, la (mia) versione jap


In una sfida all'ultimo cono può forse mancare il gelato fritto?
Rispetto a quello imparato durante la mia unica lezione di cucina cinese questo è rielaborato e adattato al japanese mood che è nell'aria (a casa mia). 
L'ingrediente chiave della ricetta è il panko, il croccantissimo pangrattato giapponese a scagliette capace di trasformare una cotoletta in un'esperienza! Ovunque voi siate procuratevi il panko e non restate mai senza.
Il gelato è aromatizzato al matcha, poteva essere altrimenti? 
Comunque qualsiasi gusto può andar bene, del resto, come disse Beppe Bigazzi "fritta l'è bona anche una ciabatta" :P
Prima di darvi dosi e ingredienti ci tengo a dire che mai più  friggerò un gelato. E' stata un'impresa veramente ardua, la cucina sembra saltata in aria e il gelato si scioglie in due minuti, per cui appena finito di fotografare più che mangiare una crocchetta si può dire che l'ho bevuta...dura la vita della foodblogger ;)
La difficoltà maggiore sta nel ricopriore completamente e uniformemente il gelato di pastella e la pastella di panko, in modo che il gelato sia sigillato all'interno. Una delle mie crocchette aveva una falla e non è stato divertente pulire l'olio schizzato da tutte le parti...


Per il gelato:
Metà dose della crema inglese di Mapi
400 gr di latte di kefir o yogurt
2 cucchiai di matcha 
Unite alla crema fredda il kefir e il matcha e mettete tutto nella gelatiera e poi in freezer. Quando il gelato sarà ben sodo prelevate con il cucchiaio apposito delle "palline" di gelato, pressatele un pò con le mani e rimettetele in freezer per un paio d'ore.
Per la pastella:
200 gr di farina
acqua
un pizzico di sale
Mescolate la farina e il sale e aggiungete poca acqua a filo, mescolando con la frusta, fino ad ottenere una pastella molto consistente. Mettete il composto in frigo per un'oretta.
In una pentola alta fate scaldare abbondante olio di semi.
Quando sarà caldissimo togliete le palline di gelato dal freezer, tuffatele nella pastella (avranno difficoltà ad affondare, aiutatevi con un cucchiaio) e posatele su un vassoio colmo di panko. Impanate velocemente le palline di gelato, tuffatele nell'olio bollente il tempo giusto perchè prendano un pò di colore e poi scolatele e mangiatele immediamente.



27 commenti:

  1. *_* amo il gelato fritto, ma così, in versione jap...beh potrei letteralmente sciogliermi!!
    Brava, brava, brava! :)
    Baci

    RispondiElimina
  2. mamma mia che impresa.. e quando parli di cucina saltata all'aria capisco benissimo perchè a me capita ogni volta che cucino!!!! comunque hai fatto proprio delle palline meravigliose, a me piace molto il contrasto freddo-caldo e croccante-cremoso che si crea, ottimo davvero!! un bacio

    RispondiElimina
  3. che spettacolo, davvero! panko e matcha, due ingredienti che adoro e uniti in questo meravigliosa delizia dolce! fantastico, sei bravissima!
    giulia

    RispondiElimina
  4. che forza che sei! ok, sei completamente matta!!! :) :) :) avrei voluto vederti, essere una formichina piccina piccina (ma forse avrei rischiato di essere spatasciata sul pavimento!). sai che spettacolo! complimenti! a questo giro l'mtc non potrai che vincerlo tu!! ne sono sicura!

    RispondiElimina
  5. Arduo lavoro ma che risultato :-)
    complimenti per l'impegno, sicuro oltre che bello era buonissimo!

    RispondiElimina
  6. E no, non poteva proprio mancare :) Curiosissima questa versione e complimenti per la buona volontà: friggere è già una scocciatura (almeno per me), ma friggere un gelato è un'impresa vera e propria :) Buona domenica!

    RispondiElimina
  7. non credo che potrò riprodurre questa meraviglia causa mancanza di panko e avversità profonda verso il fritto, però:
    *____* uau!

    RispondiElimina
  8. 1. Che tu sia un genio ormai é già stato detto e appurato più volte, non mi dilungherò su questo oggi
    2. I fogli di giornale giapponesi nelle tue fotografie sono talmente belli che spero tu li tenga malgrado l'unto e il frappé di gelato
    3. Il panko... che amore... In un periodo della mia vita passavo ore intere su youtube a guardare filmati in giapponese per capire la tecnica perfetta del tempura di gamberi. Quando ho scoperto che loro, a volte, utilizzano questo panko per avere quell'effetto dorato e tutto imperfetto ma perfetto che tanto mi piace é stata la fine. Il panko qui da me si trova al parco ed é femmina. Sono molto gelosa, sappilo.
    4. Avrei voluto vederti mentre pulivi la cucina fiera come un'ape per essere, malgrado tutto, riuscita nell'impresa

    Mi mancherai amica mia <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu sei pronta alla partenza tesoro? Mi mancherai tanto ma son felice che tu parta all'avventura e ti invidio anche un pò. Ah, adoro il tuo umorismo!

      Elimina
  9. Mamma mia, che buono il gelato fritto!!! Lo mangio spesso nei ristoranti cinesi, e grazie alla tua testimonianza farò sempre così, non tenterò di riprodurlo in casa :) Conoscendomi farei un macello ahahaha Complimenti!!

    RispondiElimina
  10. Eccomi. Chiara! questo mese arranco un po' perchè son sempre fuori Genova e quando rientro sono stanca morta, per cui scusami per il ritardo con cui sistematicamente passo di qui a commentare. Ma ti assicuro che la prima cosa che faccio, al mattino, è dare un'occhiata alle vostre ricette, alle quali poi finisco per pensare, tutto il santo giorno.
    Parto con un consiglio, se posso permettermi: prova un po' a congelare la pallina del gelato, prima di friggerla. Ossia, la impani e poi la passi per una mezz'ora nello scomparto fast freeze- e la friggi in olio bollente, direttamente da congelata. Dovrebbe riuscire alla perfezione.
    Sul resto, ormai ho le "senza parole" d'ordinanza: mi succede da sempre, sin dai tuoi primi post sulle zuppe di madame Bley :-), ma è un crescendo di bravura, sotto ogni aspetto. Su tutto, plaudo alla coerenza che ispira questo blog, che è espressione di una cucina "pulita", precisa, perfetta nella sua essenzialità, on una corrispondenza quasi unica, in un panorama così variegato come questo, fra contenuti, grafica e foto. Come dire, hai scelto da subito la tua strada- ma la stai percorrendo a grandi falcate. Bravissima
    ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ale credimi, nessuno è mai tanto presente sul suo e sugli altri blog quanto te. E siccome ho tanta stima di te e del tuo lavoro ogni commento che lascia qua per me è un piccolo premio e un'occasione per imparare qualcosa. Provo stasera stessa a friggere il gelato con il tuo metodo visto che ne ho ancora un pò in freezer.
      Grazie di cuore

      Elimina
  11. Panko? Ma io dove sono stata in viaggio? In Giappone?! A mia discolpa nel 2008 non sapevo neppure cosa fosse un food blog quindi il cibo mi serviva giusto per mantenermi in piedi con 40° all'ombra. Il tuo gelato fritto non lo riprodurrò neppure sotto tortura, la mia cucina mi odierebbe e mi si rivolterebbe contro! :-)
    Cmq sei la solita Bravissima!! Bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh Roby io son proprio una maniaca del cibo e ho sposato un cuoco: prima di ogni viaggio dedichiamo giorni interi a studiare la cucina, i prodotti, i ristoranti...noi non mangiamo per vivere, viviamo per mangiare (e infatti siamo...ehm, cicciottelli)

      Elimina
  12. è da un secolo che non mangio il gelato fritto!però proprio ieri ho provato il panko e in effetti fa la differenza :) tu sai per caso con cosa è fatto? In ogni caso sul tuo gelato sembra starci molto bene :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara, a me il panko sembra pane duro a scaglie, ma non ho idea di cosa ci sia davvero dentro...comunque è una svolta nelle impanature!

      Elimina
  13. Questo gelato flito flito è una godulia pel gli occhi e pel la bocca, anche squagliato
    :P

    RispondiElimina
  14. Se ti dico che aspettavo un gelato fritto per l'MTC mi credi? :-))) E questo è un super gelato fritto: gusto al te matcha, impanato col panko (che ovviamente devo procurarmi ad ogni costo, ora che so della sua esistenza) e con un contorno di cucina unta che mi ha prepotentemente ricordato il mio primo MTC ...
    Hai tutta la mia solidarietà, ma soprattutto hai tutta la mia ammirazione: sei proprio una grande!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda anche io ero sicura che ci sarebbe stato del gelato fritto, e continuavo a controllare ogni giorno se qualcuno lo avesse già fatto...son stati tutti più furbi di me :P
      Comunque Mapi son fiera di te: panko a tutti i costi!

      Elimina
  15. Povera te... meriti un abbraccio virtuale solo per aver pensato di friggerlo, il gelato! Pensa averlo fatto!

    Bellissima realizzazione, mia cara!

    RispondiElimina
  16. Ho letto il tuo post con sana voracità, ipnotizzata dalla foto di apertura (che ti avviso, vincerà il primo premio 30 mm), e mi sono innamorata perdutamente del tuo blog. Ho sbirciato gli altri post, quello sulle Geishe e su Kioto con un'invidia da far male, perché a Marzo dovevo essere in Giappone ed ho perso questa opportunità. E mi rifaccio a chi ti dice che sei brava e geniale perché quest'idea è stupenda anche se complicatissima da realizzare. Tu ci sei riuscita alla grande, che vuoi di più. Ti seguo anch'io. Un bacione, Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh Patty riprogramma il viaggio quanto prima, Kyoto è davvero il posto più bello del mondo!

      Elimina
  17. buono! difficile e originale e le foto sono bellissime!!!

    RispondiElimina
  18. Sono strega o no? Vedi un po' chi ha vinto il premio 30mm? Questa foto è davvero straordinaria! Un abbraccione, Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho pensato subito a te, infatti! Grzie Patty :)

      Elimina