martedì 13 marzo 2012

Bubble tea mango e sesamo nero

E' successo che mio marito ha ricomprato le batterie della bilancia.

Ho lasciato una riga in bianco per riprendere fiato, è stato un momento abbastanza melodrammatico quello in cui ho capito di non poter fare più la finta tonta, pur con tutto l'impegno che ci metto  -per la cronaca sappiate che due persone, DUE capito? Mi hanno chiesto se aspetto un bambino!  O_o -
e io a raccontarmi che forse sono un pelino gonfia :P

Altra riga in bianco prima di fare l'annuncio: sì, sono a dieta. Devo perdere 6 kg...per cui da oggi ricomincio con le ricette light e multivitaminiche. Vi aggiornerò anche dei miei progressi, mi son troppo sputtanata raccontando la storia delle mie presunte gravidanze, e devo recuperare un pò di dignità!
Mango, tè bancha, latte di soia e sesamo nero mi sembrano un grande inizio. La prima idea era di farci una mousse con l'agar (secret minceur des Japonaises, Clea docet) poi il filo di un discorso con mia cugina mi ha portata dritta al bubble tea. Per preparare un vero bubble tea ci vorrebbero anche le perle di tapioca, ma non ne ho (suona strano anche a me) e ho deciso di non comprarle se prima non termino almeno una delle mille confezioni a metà di ingredienti assurdi che ho in dispensa (questo mi suona ancora più strano. Ma l'ho detto davvero io?). Quindi le perle me le faccio io con l'agar (come sopra).
Per un bubble pranzo o due bubble merende deliranti occorrono:
-un grosso mango (se vivete in Sardegna astenetevi. Mai mangiato un mango decente qui, e il prezzo è quello dell'aragosta. Il mio viene dal pacco dono di mia sorella. In realtà il suo più che un pacco era un paniere ISTAT. C'era tutto. Ma non per dire, davvero!)
-un bicchiere colmo di infuso di tè bancha
-due bicchieri di latte di soia
-un cucchiaio di crema di sesamo nero
-la punta di un cucchiaino di agar
-una tazzina da caffè colma d'acqua



Sbucciate e tagliate a pezzetti il mango. Frullatelo con il tè freddo e il latte di soia e lasciate da parte. Riempite una ciotola di olio di semi e mettetela in freezer per una mezz'ora o in frigo per almeno 4 ore. Mettete in un pentolino l'acqua e portatela a ebollizione. Unite l'agar e lasciate sobbollire per 40 secondi mescolando. Spegnete il fuoco e amalgamate bene la crema di sesamo. Fate intiepidire la crema di sesamo e prelevatela dal pentolino con una siringa (la più grossa che trovate, io uso quella del kit Texturas di Ferran Adrià); fate cadere il composto goccia a goccia nell'olio freddo. Quando avrete finito prelevate le gocce di sesamo con un mestolino forato e trasferitele in una terrina d'acqua fredda. Mescolate delicatamente in modo che le perle perdano tutto l'olio possibile (se necessario cambiate l'acqua).
Mette le perle sul fondo di un bicchiere e versateci sopra il frullato di mango. E' così buono che viene voglia di farcisi il bagno :)

26 commenti:

  1. Coraggio con la dieta allora!!! Comunque questo bicchierino sembra proprio goloso!!!

    Ciao
    Alessandra

    RispondiElimina
  2. Ma a te come ti vengono in mente certe cose (bellissime)? Un petto di pollo ai ferri e un'insalata come mangiano tutti gli altri a dieta? :-) Cmq ti capisco, 'sta storia del blog è una bella fregatura, sempre lì a provare nuovi piatti e mica puoi postare riso lesso integrale. Adesso dopo lo stampo per il chiffoncake, mi tocca cercare anche la siringa... Non ce la farò mai! bonne nuite, a me sembra magrissima :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Roby tu sei troppo carina con me :) ora ti cerco una siringa come la mia, così passerai come me interi giorni a sferificare ogni cosa commestibile! un bacio e un abbraccio forte

      Elimina
    2. mi fai schiantare dalle risate!! Se la trovi fammi un fischio e passa alla cassa così ti pago il disturbo :-)

      Elimina
  3. Ma com'é che la gente se ne esce sempre con frasi fuori luogo?? Ad ogni modo, io la bilancia non la vedo da anni, se non quella tarata a massimo 5kg usata in cucina. Devo ammettere che durante il periodo gastrico ero tornata in forma, ma dopo 1 settimana a piede libero mi sono già gonfiata mica male... che ci mettiamo a dieta assieme sorella di blog? (qui si sale nelle parentele...).
    Non vedo l'ora di ricevere il tuo pacco!! Mamma mia che gioia!!! Ora vado a nanna che altrimenti domattina alle 6 come mi sveglio??
    Un abbraccio forte e sappi che a me piaci così come sei. <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A dieta insieme come sorelle sarebbe bellissimo!
      Comunque sai che pure io ho pensato che tu stavi là a spignattare nelle stesse cucine in cui delirava la Julia? Lei ce la dobbiamo scordare per un pò mi sa...altrimenti rischiamo di ingrassare ancora :)
      Love U sooo much cara,
      a domani!

      Elimina
    2. Eccomi qui!!
      Fresca di esame, andato benone. Insomma, oggi mi godo il sole ed il bel tempo e domani: si parteeee!!
      Noto che tutto é diventato turchese qui, é in arrivo un bimbo?? ahahahha ti adoro <3
      PS: Oggi sono andata a comprarmi un po' di yuzu in polvere (in realtà buccia essiccata).. Quel posto é la mia fine!
      Bacio

      Elimina
    3. Ahah no, in realtà sto facendo un pò di prove in attesa che qualcuno dei mille grafici a cui ho chiesto un preventivo si facciano vivi. Vorrei un aiuto professionale per migliorare l'aspetto del blog :)
      Lo yuzu si farà compagnia con la polvere d'arancia e quella di pompelmo che ti manderò io! A proposito, mandami via mail il tuo indirizzo di casa :)

      Elimina
  4. bellissima questa ricetta *w* io ho la tapioca quindi magari la proverò anche con quella XD cosi poi ti dico!
    io sono perennemente a dieta per problemi mmh diciamo psicologici XD (e chi capisce capisce) non è per farmi pubblicità ma se passi da me sforno sempre dolcini light ^^ ohoho magari qualcuna ti è utile :*)
    un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh Binca stai sicura che capisco eccome! Ho visto un sacco di cose interessanti da te, c'è più d'una ricetta che mi sarà utile e faccio sempre volentieri un salto :)

      Elimina
  5. ma dai Chiara... sono sicura che quei sei chili li butterai giù in un baleno! e poi io sono dalla parte della ciccetta simbolo di felicità.

    dopo averlo provato in Cina ho sempre voluto rifare il bubble tea ma per pigrizia non l'ho mai preparato! mi ricordo però che l'adoravo... e c'era una versione, quella al taro, che mi piaceva da matti! si troverà il taro in Italia? chissà!

    RispondiElimina
  6. Oddio Ely non avevo mai cercato il taro prima d'ora e a dir la verità non l'ho mai assaggiato, ma ora dò un'occhiata. Se non lo trovo qua ne porto qualcuno da Londra, dovrei andare il prossimo mese. Eventualmente te ne mando uno :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hihihi un taro per posta prioritaria :D:D

      Elimina
  7. Eì la stagione giusta per iniziare la dieta infatti di per se le ricette in primavera diventano piu leggere quindi forza che siamo con te e che dire della ricetta davvero originale e particolare da fare al volo!!!Bacioni,Imma

    RispondiElimina
  8. Odio le diete! Lo così non ti aiuto io passo da cibo spazzatura a insalatina .... Che dire mi stupisci ogni volta! Mi diresti ... Lo so sono ignorante ... La differenza tra matcha e bantcha?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, io in generale mangio cibi sani, la verdura di mio padre, la carne dell'azienza del vicino di casa...ma mangio troppo! :D
      Allora il tè matcha è quello famoso dell'omonima cerimonia giapponese ed è venduto polverizzato e costa tantissimo (io ne ho uno più economico che uso per cucinare e poi quello da bere che ho ordinato direttamente dal Giappone che costa intorni ai 1500 euro al Kg! Infatti ne ho acquistato 30 gr ;P)
      il bancha è un tè venduto in foglie, per l'uso quotidiano. Sono entrambi tè verdi Giapponesi, ma di qualità differenti e subiscono lavorazioni diverse. Al gusto e alla vista ti accorgi subito delle loro differenze! Guarda le foto su google e vedrai che mi capisci!

      Elimina
  9. Grazie! Infatti costa davvero caro per pochi gr. Gli ho lasciato 15 euro!!!! Queste cose mi intrippano e mi piace saperne di più:-) pero' devo confessarti una cosa io l ho fatto mescolato come c era scritto con il
    bambù ma e' amaro! Un bacio

    RispondiElimina
  10. Giusy (akaPinedda) @casalingheimprovvisate22 marzo 2012 15:48

    Chiarina, volevo commentare il finocchietto di Oliena ma questa ericetta mi ha assolutamente incurosita! MMMMHHH..ma tu riesci a farti bastare QUESTO come pranzo?!?! Invidia atomica...devo perdere 10 Kg di lonze cacchiooo

    RispondiElimina
  11. Giusy cara, non è che mi basta, soffro in silenzio! :D io ancora 4/5 e ci sono...

    RispondiElimina
  12. E'un'idea elegantissima, con le perle nere. Sei molto brava!

    RispondiElimina
  13. Dunque, mi sono procurata il sesamo nero, perché devo assolutamente provare questa meraviglia. L'ho trovato solo in granelli, per cui 1)vivrò di bubble tea anzi grains tea fino alla fine dei secoli 2)chiarina-ina, benevolmente, mi illuminerà su cosa farci (a parte metterlo nell'insalata).
    Secondo: ho trovato manghi sudamericani e indiani. Li ho presi entrambi e farò uno studio comparato.
    Terzo: già che ero lì, ho visto un bizzarro riso, tondo piccolo e translucido che viene dallo Sri-Lanka e si chiama riso samba. Ne ho comprato un po', ma il venditore non ha saputo dirmi più che "usa come tutto altro riso". Magari hai una ricetta sperimentata anche per quello?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 1) secondo me facciamo anche la pasta di sesamo nero, cerco una ricetta :)
      2) invidio i tuoi mangos!
      3) non conosco questo riso ma mi hai fatto diventare curiosa per cui ora mi informo;
      aggiungo anche il 4 punto, perchè magari non avevi letto un mio commento in cui ti offrivo delle perle di tapioca bianche scovate in giappone e del preparato per fare il tè matcha freddo, cioè tu immagini un matcha bubble tea? Se mi mandi il tuo indirizzo ti spedisco un pò di entrambi!

      Elimina
    2. Chiarina-ina: innanzitutto grazie! Sogno già il matcha bubble... Il commento in effetti me l'ero persa. Ti mando certamente l'indirizzo, potrei contraccambiare con qualche mango? Sperando che non arrivino in poltiglia. Come ha fatto tua sorella?
      Dopo la colazione di stamattina devo assolutamente sciogliere un peana a questo frullato così:
      1)confermo l'effetto bagno, altro che latte di asina
      2)ho finalmente capito il senso dell'esistenza del tè verde
      3)niente problemi su come far fuori mezzo chilo di semi di sesamo (!) - che ci stanno benissimo e col frullatore si frantumano pure un po' sprigionando sapore - purché non vi sia carestia di manghi.
      4)nulla di più ristoratore per l'afa romana di questi giorni.

      Ne ho usato uno indiano, oblungo e arancione, molto maturo, che ha un profumo molto spiccato, quasi d'incenso. A mio modesto parere con un frutto così il latte si può quasi evitare, il sapore del mango risalta ancora di più, ovviamente diventa più "forte" e meno sostanzioso.

      Elimina
    3. Allora cara aspetto il tuo indirizzo via mail :)
      mia sorella i manghi me li porta in valigia, meglio che tu non li spedisca, rischiano di arrivarmi putrefatti! Mi accontento di sognarli :P
      E non parlare male del tè verde :P

      Elimina
    4. Male, io? ;-) nooo. Questo http://www.palaisdesthes.com/fr/genmaicha-292.html
      lo bevo freddo tutte le mattine, poi adesso che ho capito che bisogna "farcisi il bagno" ;-)...

      Elimina
    5. Adoro il genmaicha :) senti, sto aspettando il tuo indirizzo!

      Elimina